Definizione sconti

Definire sconti nel gestionale

Gli sconti nel gestionale sono classificati come:

  • Sconti manuali: sono in genere classificati per tipologie di sconti e possono essere impostati a livello di contratto per il calcolo dello sconto assegnato ad ogni cliente. Possono essere modificati anche a livello di documento.
  • Sconti automatici: si basano su condizioni e regole che possono essere impostate opportunamente e valere per tipologie di clienti, prodotti, quantità acquistate e così via. Gli sconti automatici sono solitamente anche utilizzati nel caso di condizioni di sconto multiple per rete di vendita (i famosi +20%, +10%, +5%), che sono inserite come condizioni di sconto che si vanno a sommare.

E sono entrambi importati nella fatturazione elettronica.

Gli sconti si trovano nella sezione "Vendite" e nell'anagrafica "Tipologie di sconti".

Sconti manuali

Gli sconti manuali sono solitamente definiti nel gestionale a livello di contratto ed utilizzati quindi per definire lo sconto base riservato al cliente (a cui ovviamente può essere combinato uno sconto automatico). Per la creazione di una nuova tipologia di sconto automatico, cliccare il tasto crea e compilare i campi relativi alla descrizione e alla percentuale di sconto da applicare. Infine cliccare scrivi e chiudi.

Sconti manuali

Per assegnare una tipologia di sconto al cliente andare nell'anagrafica cliente del gestionale, nell'etichetta "Dati aggiuntivi" e nel campo "Tipo di sconto" selezionare lo sconto desiderato da applicare al determinato cliente in tutti i documenti relativi al cliente. Lo sconto potrà comunque essere sempre modificato all'interno del documento.

sconto al cliente

Sconti automatici

Gli sconti automatici sono definiti a priori e non sono modificabili direttamente a livello di documento. É però sempre possibile elimarli a livello di documento e inserire lo sconto manualmente. L’applicazione o meno di uno sconto deriva da regole (che possono essere viste a livello di documento) che possono riguardare il valore del documento, il tipo di articolo, il gruppo di appartenenza del cliente e così via. Gli sconti automatici si possono combinare tra loro.

Per creare un nuovo sconto automatico cliccare su crea. Compilare i campi nella schermata superiore specificando quando applicare lo sconto, se in maniera fissa o percentuale e l'entità dello sconto. Nell'etichetta "Filtri" è possibile selezionare vari parametri di applicazione dello sconto: in base agli articoli, in base alla controparte, in base al periodo temporale.

Ad esempio, creiamo uno sconto per i prodotti di caffé. Quindi andiamo sull'etichetta "Articoli" e "Categoria articoli" e selezioniamo la categoria Caffè.

Sconto per articolo

Aggiungiamo anche un filtro relativo ai clienti a cui applicare lo sconto, andando nell'etichetta "Fornire a" e aggiungere i clienti desiderati.

Sconti per cliente

Nell'etichetta delle condizioni possiamo decidere, ad esempio, di impostare lo sconto per quantità maggiori a 5. Quindi se un cliente compra più di 5 pezzi dell'articolo riceverà lo sconto. Per iniziare cliccare su aggiungi, poi sul tasto "+" in verde per creare una nuova condizione. Nella condizione selezioniamo "importo" "per linea maggiore a 5".

Sconto per quantità

Inseriti tutti questi dati cliccare su scrivi e chiudi. Questo sconto automatico assegna, quindi, uno sconto del 10% ai clienti "Bar Rossana e Bar Centrale" se comprano più di 5 pezzi di articoli appartenenti alla categoria caffè.

Nella schermata iniziale degli sconti automatici, sono visibili tutti gli sconti automatici creati. Questi sconti possono essere combinati tramite regole di sovrapposizione, ad esempio sommando i vari sconti, scegliendo di applicare solamente lo sconto più alto, ecc.

Tutti questi sconti saranno applicati ai documenti in maniera automatica quando le regole impostate saranno soddisfatte.