Soluzioni per lo Smart-Working

Smart-Working

Lo Smart-Working (tradotto spesso come lavoro agile) è un termine inglese diventato di comune uso a seguito della Pandemia da Covid-19. Proprio per contrastare l'espandersi del contagio si è infatti promosso lo smart-working nelle aziende in modo tale da evitare affollamenti nei luoghi di lavoro e nei mezzi di trasporto.

Poco a poco le aziende hanno fatto proprio questa modalità lavorativa dello Smart-Working riorganizzando il proprio modo di lavoro. Purtroppo però non sempre le aziende sono dotate di strumenti informatici realmente concepiti per lo Smart-Working che vanno al di là dell'impiego di strumenti di vide-conferenza e scambio dati.

In questa contesto soluzioni gestionali e ERP hanno un ruolo chiave in una situazione di Smart-Working, infatti è fondamentale avere software ERP e gestionali a cui è possibile accedere in remoto in completa sicurezza. Vediamo quindi di risolvere alcuni vostri dubbi sullo Smart-Working e capire come 1C possa aiutare la vostra azienda nello Smart-Working.

Cosa è lo Smart-Working?

Cloud

Con Smart-Working si indica la possibilità di eseguire le proprie mansioni lavorative in un luogo diverso dall'ufficio. Tutto questo è reso possibile dalle moderne tecnologie e dalla diffusione di una migliore banda internet. Il dipendente che lavora in regime di smart-working può svolgere le proprie mansioni da casa, da un mezzo di trasporto, da un bar, in un parco o dove preferisce. Per farlo è sufficiente una connessione con il proprio ambiente lavorativo. Tale connessione è solitamente garantita da una connessione a internet. Le soluzioni gestionali basate su 1C sono tutte studiate per consentire questa possibilità di lavoro.

Smart-Working e telelavoro sono la stessa cosa?

Obiettivo

Anche se a volte usati come sinonimi, non sono la stessa cosa. Il telelavoro prevede infatti l'esistenza di uno specifico luogo di lavoro (diverso da quello della sede aziendale) da cui il lavoratore svolge le proprie mansioni. Nel caso del telelavoro, esiste obbligatoriamente uno specifico orario di lavoro e la postazione di lavoro deve essere fornita dal datore di lavoro. Nel caso dello Smart-Working la situazione è invece diversa: NON esiste un luogo specifico di lavoro e non esiste una specifica postazione di lavoro, il datore di lavoro è unicamente tenuto a permettere l'accesso all'abiente di lavoro (eventualmente fornendo PC, tablet o altro e la stessa connessione). Le differenze sembra minime, ma sono molto importanti se guardiamo aspetti relativi al contratto di lavoro e alla assicurazione relative.

Per lo Smart-working i software devono essere in Cloud?

Flusso documenti

Non necessariamente. Nello Smart-Working non è importante la modalità di installazione dei software (in cloud o in locale) ma la possibilità di accedervi. Per poter essere usato in Smart-Working il software deve essere dotato di una tecnologia che permetta l'accesso sicuro da remoto. E' questo il caso di tutti i  software di 1C che grazie appunto alla piattaforma 1C Enterprise permettono di accedere ai software aziendali ovunque e comunque, basta avere una connessione internet.

Posso fare Smart-Working con programmi di accesso remoto?

Trasferimento

Sì è possibile fare Smart-Working usando programmi di accesso remoto come TeamViewer e similari, ma non è consigliabile. Questa soluzione è usata per accedere ad alcuni gestionali e software ERP obsoleti che non abbiano una modalità di accesso esterna ma oltre ad essere molto instabile, è molto pericolosa per possibili accessi hacker e non solo. Se volete essere al sicuro, è molto meglio che per lo smart-working usiate software concepiti appositamente per questa modalità di lavoro, in questo modo potrete stare sicuri e lavore al meglio senza esporvi ad inutili rischi.

Come è possibile lo Smart-Working con 1C?

Automazione

Tutti gli ERP e i gestionali basati su 1C permettono un accesso sia tramite i principali browser internet, sia in modalità client-server dall'esterno, queste modalità sono le ideale èer svolgere il vostro lavoro in regime di Smart-Working. Inoltre ogni untente si troverà assolutamente a proprio agio perchè 1C tiene memoria delle preferenze di ogni utente e quindi l'utente accedendo con le proprie credenziali ad 1C si ritroverà l'ambiente di lavoro che aveva lasciato poco prima potendo proseguire con comodità il proprio lavoro ovunque si trovi in regime di Smart-Working.

Posso controllare i dipendenti in Smart-Working?

Uno sguardo iniziale ad 1C Italia

Sì è possibile. Le attività svolte dai vari utenti sono tracciate dal software 1C  che ne tiene memoria, potrete così sapere chi ha fatto un determinato documento, chi e quando è stato modificato e così via. E' possibile anche calcolare KPI specifici sul rendimento di ogni specifico utente. Grazie a questo, è più semplice controllare i vari processi svolti dai dipendenti in Smart-Working e limitare errori ed inefficienze. Potrete anche creare specifici utenti esterni validi solo per le attività in Smart-Working che si differenziano dalle attività svolte in ufficio. Ovviamente il tutto deve essere svolto nel rispetto della privacy.

Lo Smart-Working conviene?

Business intelligence

Come per tutte le cose: dipende! Al di là infatti di situazione di forza maggiore come quelle createsi a causa del Covid-19, il lavoro in regime di Smart-Working conviene spesso per certe specifiche funzioni aziendali. Tali funzioni aziendali non richiedono infatti la presenza in ufficio e possono essere svolte in autonomia, la società in questo modo può risparmiare sugli spazi in ufficio e spesso avere anche una efficienza maggiore da parte del dipendente. Ci sono invece alcune mansioni che possono essere svolte solo in parte con regime di smart-working. Detto questo, un software 1C è ideale per  permettere ai vari dipendenti, sia quelli che lavorano in smart-working sia quelli no, di lavorare insieme grazie proprio al software gestionale o ERP.