Registri IVA nei gestionali 1C

Qualsiasi attività economica/titolare di Partita IVA ha l'obbligo di tenere i registri IVA. Nei registri IVA vengono registrate tutte le operazioni passive e attive che hanno appunto competenza per quanto riguarda l'IVA. Nei gestionali 1C la registrazione in tali registri avviene in maniera automatica nel momento della pubblicazione dei documenti.

In questa sezione della guida cerchiamo di capire meglio cosa sono i Registri IVA, quali informazioni vi sono contenute, come stamparli e la reportistica ad essi associata.

Nozioni di base sui Registri IVA

Ai sensi del DPR n. 633/72, esistono 3 registri obbligatori che ogni titolare di partita IVA deve predisporre, aggiornare e conservare:

  1. Registro vendite (fatture e note di credito emesse)

  2. Registro degli acquisti (fatture e note di credito ricevute)
  3. Registro corrispettivi (attività di vendita al dettaglio)

Registro vendite

Il registro vendite (anche detto registro fatture emesse) è costituito dall’annotazione di ogni documento emesso (fatture e note di credito). I documenti sono riportati in ordine, secondo la numerazione corrispettiva alla data di emissione ed eventualmente suddiviso per sezionali.

Per ogni documento (fattura/nota di credito) vanno necessariamente indicate le seguenti informazioni:

  • Numero di protocollo progressivo

  • Data di emissione

  • Denominazione e generalità del cliente

  • Ammontare imponibile dell’operazione

  • IVA divisa per aliquote o eventuale esenzione

Nei gestionali 1C la registrazione è immediata a seguito della Pubblicazione del documento sul gestionale. Gli importi sono riportati in Euro ed opzionalmente anche nella valuta del documento (qualora questa differisse).

Registro acquisti

Il registro degli acquisti consiste nell’annotazione di fatture, note di credito e bollette doganali relative ai beni e ai servizi utilizzati nello svolgimento delle operazioni dell’impresa.

Per ogni documento nel registro occorre indicare:

  • La data di fatturazione

  • Il numero progressivo attribuito alla fattura (numero di protocollo)

  • Le generalità del fornitore del bene o del servizio

  • Il valore totale delle operazioni, distinguendo gli importi per aliquota e natura

  • L'importo dell’IVA secondo l’aliquota applicabile rilevante a ogni fattura

Anche in questo caso il registro è automaticamente popolato nel momento della pubblicazione del documento sul gestionale.

Registro dei corrispettivi

Il registro dei corrispettivi consiste nell’annotazione del valore totale di tutti gli scontrini fiscali emessi in un determinato giorno. Vengono obbligatoriamente indicati i seguenti dati:

  • Imponibile

  • IVA

  • Dettaglio diviso per aliquota IVA e Natura

Il registro è compilato a seguito della chiusura di un turno di cassa. A seguito dell'art. DPR 435/2001, non è più necessario allegare ogni scontrino al registro stesso.

Aliquote IVA

Le registrazioni sono separate a seconda dell'aliquota IVA e nel caso di fatture non soggette o esenti IVA anche del valore Natura inserito nelle fatture elettroniche. Per maggiori info andare a vedere la sezione della guida aliquote IVA fattura elettronica.

Obbligo di conservazione e stampa

Non è più obbligatorio stampare i registri ed averli in forma cartacea, è sufficiente averli in formato digitale ed accessibili agli organi competenti.

Per quanto riguarda il registro corrispettivi deve essere accessibile al punto di registrazione degli scontrini.

Stampa dei registri IVA

I registri IVA sono automaticamente aggiornati nel momento in cui vengono pubblicati i vari documenti (fatture, note di credito, corrispettivi, bolle doganali). La stampa dei registri IVA può essere fatta attraverso la specifica funzionalità che si trova nella sezione contabilità.

Interfaccia funzionalità stampa registri IVA

L'interfaccia della funzionalità è intuitiva e permette fin da subito di avere le principali informazioni sotto controllo. Eventuali modifiche dei parametri saranno tenute a memoria se si esce in maniera standard (chiusura finestra) dalla funzionalità.

Stampa registri IVA

Funzioni principali

L'interfaccia è intuitiva ed è di facile utilizzo. Elenchiamo le principali funzionalità per capire cosa potete fare:

  • Stampare i registri IVA sia tutti insieme, sia uno solo
  • Impostare il periodo di stampa
  • Definire alcuni parametri di stampa

Impostazione parametri

Riepiloghiamo i principali parametri che si possono impostare per la stampa dei registri IVA. Per farlo, andate nella sezione parametri.

  • Mostra/Nascondi dettagli documenti (nel caso si volesse mostrare solo una riga per documento)
  • Non separare secondo tipi documento: qualora non si vogliano dividere fatture da note di credito e così via
  • Nascondi documenti esenti IVA: per inserire solo i documenti dove esiste IVA da pagare.
  • Mostra valuta
Impostazione sezionale

Il sezionale è usato per dividere diversi documenti contabili. Qualora venga usato per la numerazione dei documenti, è possibile dividere poi le fatture nella stampa del registro IVA.

I nostri gestionali permettono di gestire diversi tipi di sezionali e serve impostare i parametri (che saranno poi memorizzati) per riconoscerlo.

Fondamentalmente abbiamo due possibilità:

  • Il sezionale è un codice alfanumerico di una lunghezza definita e che comincia a un certo punto (inizialmente potremmo per esempio avere l'anno)
  • Il sezionale è separata dal resto da un separatore (ad esempio "/"

Cercate di vedere quale è la vostra situazione

Stampa dei registri

Per procedere infine alla stampa vera e propria dei registri, premete sull'apposito tasto.

Avremo così la stampa del registro.

Stampa dei registri IVA

Reportistica IVA

In alternativa potreste anche elaborare i dati che vi servono tramite un report. Questa soluzione è ideale nel caso in cui vogliate fare delle analisi invece di dover ottemperare a richieste contabili.

Fondamentalmente avete due report di rapido accesso attraverso i tasti in alto.

Riepilogo IVA

In questo caso avremo uno schema di riepilogo come nell'immagine sotto.

Riepilogo registri IVA

Registrazioni IVA

Premendo sul tasto Vedi Registrazioni possiamo invece vedere nel dettaglio, come report, tutte le registrazioni. Questo approccio, come detto, è comodo nel caso vogliate fare delle analisi specifiche.